Pignoletto fa rima con Grechetto!

Sicuramente tutti abbiamo sentito parlare di Pignoletto, il vino ottenuto da uve bombino bianco che è prodotto in Emilia-Romagna e che anche grazie al nuovo disciplinare sta riscuotendo sempre più successo sulle tavole degli italiani fino a salire nella top ten dei vini più venduti in Grande Distribuzione.

Recentemente, e quando si dice recentemente riferendosi alla legislazione italiana non corrisponde proprio a quello che potremmo pensare, una modifica al sopracitato disciplinare ha permesso di produrre questa tipologia di vino anche con la denominazione di “Grechetto Gentile”.3eadb223-c0c3-4009-9af4-29f187fdd821

Per essere precisi citiamo testualmente “si tratta della modifica conseguente al riconoscimento della DOC Pignoletto, di cui al decreto n. 71552 del 26 settembre 2014, che consiste nella sostituzione, nell’ambito di tutto l’articolato del disciplinare di produzione dei vini a IGT Rubicone, del nome della varietà di vite Pignoletto, per le relative tipologie di vino, con il sinonimo Grechetto Gentile”.

Così ha fatto la Cantina Cesac di Conselice, in provincia di Ravenna e con la quale ho avuto il piacere di collaborare alla realizzazione del progetto, con il lancio di “Caput Silicis” Grechetto Gentile nella piu tradizionale versione di vino fermo e soprattutto nella interessante versione Brut, degna sicuramente di nota.

Una scelta importante quindi, andando un pò controccorente e scegliendo una denominazione meno conosciuta, cercando quindi di valorizzare il prodotto ed il marchio aziendale.

 

 

 

 

Ho avuto il piacere di collaborare

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Romagna, dopo le spiagge di Ferragosto via con la vendemmia.

Si alza il sipario sulla vendemmia 2017, tra incognite e previsioni che in Romagna nei commenti dei produttori vede un calo mediamente del 10% in pianura e un 20% per le produzioni collinari. Nel complesso ci saranno uve sane e di buona qualità.

Brinate primaverili, grandine e siccità hanno in parte compromesso la quantità di uve che nel complesso potrebbe essere rimpiazzate dai nuovi impianti per un bilancio complessivo che non desta dopotutto particolari preoccupazioni per quello che saranno i numeri in generale.

Vediamo zona per zona i commenti dei singoli produttori romagnoli nella descrizione dei propri vigneti.
IMOLA

David Navacchia / Tremonti – Imola. Cominciamo dopo ferragosto prevedendo un -20/25% in meno. Qualità buona.

Alessandro Peggi / Ravaglia Grande – Castel Guelfo. Penso avvieremo i lavori di vendemmia il 22 o il 23, avremo un calo sicuro,  qualità buona in quanto l’uva è sanissima. 

RAVENNA

Massimo Randi / Randi – Fusignano. I pinot e chardonnay sono già pronti. E inizieremo venerdì 18 mentre per il Famoso iniziamo a valutare il 16 e poi vedremo. Produzione inferiore di almeno il 20%. Qualità ottima dove sostenuto con irrigazione

Daniele Longanesi / Longanesi – Bagnacavallo. Inizieremo la vendemmia con almeno 15 giorni di anticipo. La produzione causa brina tardiva è inferiore del 70 per cento. La qualità spero buona.

Mirco Gramentieri / Gramentieri – Lugo: Secondo me un10% in meno rispetto lo scorso anno. Nel complesso qualità costante in tutto il lughese.

Monia Piatesi / Cesac – Conselice. Noi dovremmo iniziare a ritirare qualcosa da lunedì 28 agosto. Si prevede un calo di circa il 10% e per chi ha impianti irrigati la qualità sembra buona.

FAENZA

Mauro Altini – Az. Agr. La Sabbiona – Faenza. Prevedo di iniziare il 22 o 23 agosto. Il calo di produzione c’è. La qualità è garantita dove non ci sono forti stress idrici

Luciano Monti / Spinetta – Faenza. Buona qualità. Non abbiamo particolari danni. Inizieremo Mercoledi 16

Max – Trere – Faenza – Vendemmia già iniziata per i frizzanti, calo 30% ottima  qualità

FORLI-CESENA

Vincenzo Vernocchi / Braschi – Mercato Saraceno. Si, ci sarà un calo di produzione, per la qualità dobbiamo valutare.

Gabriele Isoldi / Campo del Sole – Bertinoro. Avremo un calo sicuro, per la qualità dipende dalle pioggie in quanto per ora tutto molto asciutto.

Tenuta Fulcera – Bertinoro. Inizieremo verso 23/24 agosto dipende dalla maturazione del Merlot. Direi che la qualità quest’anno c’è mentre avremo ammanchi per quanto riguarda la quantità avendo piovuto poco e l’uva pesa mmeno

RIMINI

Roberto Polidori / Mula d’oro – Coriano Rimini. Iniziamo mercoledí con il Merlò. In collina senza irrigazione abbiamo un 50% in meno di produzione. Qualitá buona.

Matteo Panzeri / Fiammetta – Rimini. Molto probabilmente inizieremo i primi di settembre, da noi non vediamo cali nella produzione, qualità ottima.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

In Romagna la vendemmia si farà!

Gelate, grandine ed ora la siccità sembrano mettere a dura prova la vendemmia 2017 che nonostante tutto si farà. 

Da qualche mese le associazioni e le grandi cantine gridano in segno di allarme in quanto il prodotto, leggi uva e conseguentemente vino, quest’anno é in serio pericolo con importanti ammanchi che abbatteranno anche le più pessimistiche previsioni sugli ettolitri prodotti generando peraltro ottimismo nei confronti di chi invece già guarda a quanto potrá realizzare dal punto di vista economico dalla vendita delle uve.

Allarme che ha contribuito ad innalzare le quotazioni dei vini sfusi già dalla scorsa primavera in un clima tra l’altro anomalo, in quanto si registrava uno scarso attivismo nelle vendite.

Grande attesa quindi per quelli che saranno i numeri della vendemmia 2017 in un contesto internazionale che si conferma comunque incerto anche se non del tutto allarmistico. A dire il vero anche i singoli produttori confermano si un calo nella produzione anche se le previsioni non paiono particolarmente preoccupanti in quanto ad oggi, nella speranza comunque di qualche pioggia, potrebbero attestarsi nella peggiore delle ipotesi ad un meno 10%.

Posted in Commenti, Pillole | Tagged | Leave a comment

Glass Container Company…che bella scoperta! …what a wonderful discovery! …Was für eine wunderschöne Überraschung!

20160610_130540 (2)Chisinau (Moldavia) – Nel corso di un mio recente viaggio in Moldavia ho avuto occasione di visitare la più importante vetreria della Moldavia, la GCC Glass Container Company. Da sempre ho a che fare con bottiglie e contenitori in vetro in genere ma mai prima d’ora avevo visto da vicino come nascono. Immaginabile è come nei pressi dei forni ci siano temperature altissime e i nastri trasportatori siano praticamente inavvicinabili. Per lo stesso motivo gli stessi forni hanno tempi di accensione e spegnimento praticamente biblici e anche i cambi formato richiedono fermi-macchina molto lunghi. Per questo motivo per diversi giorni consecutivi l’impianto produce, su tre turni, lo stesso formato. Nel corso della mia visita, durata un’intera mattinata, ho potuto costatare una buonissima organizzazione e conosciuto personale altamente professionale che mi ha accompagnato nella visita dell’intero stabilimento e raccontato quali siano le dinamiche di produzione, stoccaggio e spedizione. Anche la realizzazione degli stampi, prodotti internamente, richiede una alta professionalità che garantisca uno standard elevato e costante e, particolare non trascurabile, la possibilità di realizzare bottiglie e formati personalizzati ed esclusivi. L’azienda, di proprietà americana, produce diversi milioni di bottiglie che propone al mercato interno e sopratutto internazionale. In una ottica di espansione in Europa occidentale mi è stata proposta una collaborazione per quanto riguarda il mercato italiano e anche per i potenziali utilizzatori nei paesi nordici di Austria e Germania. Senza troppe esitazioni abbiamo deciso quindi di avviare questa nuova collaborazione forti della nostra esperienza nel campo della produzione vinicola ed alimentare più in genere. Una nuova esperienza che porterà sicuramente una importante mole di lavoro e che ci vedrà impegnati in questa nuova sfida per promuovere la GCC in nuovi mercati dove le leve saranno competitività dei listini senza trascurare la qualità di elevato standard.
GCC controlloChisinau (Moldova) – During my last journey to Moldovia, I visited the most important glass factory in the whole country: the GCC Glass Container Company. I’ve always dealt with bottles and glass containers in general, but I had never seen how they are created up close. It’s really unbelievable: temperatures are extremely high in the area next to the ovens and the conveyor belts are almost unapproachable. For this reason, on/off times of the ovens are practically endless and even format changes need very long standstills. Hence, the machine produces the same format for several days in succession in three-shift operation. During my morning visit, I could observe an excellent management and meet high specialised personnel who took me along the whole factory and explained me the production, storage and shipping procedures. Even creating the dies, which are produced internally, requires high levels of expertise that ensures high and steady quality standards and, very important, the possibility to create customized and exclusive bottles and formats. The American-owned company with seat in Chisinau produces millions of bottles to be sold to the Italian as well as international market. In order to expand to western Europe, we have started a cooperation concerning the Italian market and also the possible users in Germany and Austria. Without hesitation we have begun to work together, levering up our long-lasting experience in the field of wine and, in general, food production. A new experience which will surely mean a lot of hard work, a new challenge in order to promote GCC in new markets where our strengths will be competitive prices and high quality standards.
20160610_125250 (2)Chisinau (Moldawien) – Während meiner letzten Reise nach Moldawien habe ich die Gelegenheit gehabt, die wichtigste Glashütte des Staats zu besuchen: Die GCC Glass Container Company. Seit jeher beschäftige ich mich mit Flaschen und Glasbehältern im Allgemeinen, aber ich hatte nie zuvor aus der Nähe gesehen, wie sie eigentlich entstehen. Es ist einfach unglaublich: Die Temperaturen bei den Öfen sind extrem hoch und die Bandförderer sind praktisch unnahbar. Aus diesem Grund haben die Öfen sehr lange Ein-und Ausschaltzeiten und auch die Formatumstellungen brauchen längere Produktionsstillstände der Maschinen. Die Anlage erzeugt infolgedessen dasselbe Format für verschiedene Tage hintereinander im Dreischichtbetrieb. Während meines morgendlichen Besuchs konnte ich ein effizientes Management feststellen und hochqualifiziertes Personal kennen lernen, das mich über die ganze Werksanlage begleitet und mir die Produktions-, Lager- und Versandabläufe erklärt hat. Auch für die Ausführung der intern hergestellten Formen sind Fachkenntnisse erforderlich, die einen hohen und ständigen Standard gewährleisten und die Herstellung von kundenspezifischen und exklusiven Flaschen sowie Formaten ermöglichen, was sehr wichtig ist. Das im amerikanischen Besitz befindliche Unternehmen mit Sitz in Chisinau erzeugt viele Millionen Flaschen für den Binnen- und, vor allem, den weltweiten Markt. Im Hinblick auf die Weiterentwicklung der Firma nach Westeuropa kam es zu einer Zusammenarbeit hinsichtlich des italienischen Markts und auch der möglichen Benutzer in Deutschland und Österreich. Ohne Zögern haben wir so diese neue Zusammenarbeit auf der Basis unserer langjährigen Erfahrung im Bereich Weinbau und, ganz allgemein, Nahrungsmittelproduktion angefangen. Ein neues Erlebnis, das sicherlich großen Aufwand bedeuten wird und das uns in einer komplizierten Herausforderung engagiert, um GCC in neuen Märkten zu fördern, wo der Fokus die konkurrenzfähigen Preise und die immer hohe Qualität sein wird.

 

 

 

 

 

 

Posted in Collaborazioni | Leave a comment

Si è concluso sabato 27 giugno il MASTER FOOD SHOW 2015

Lorena Zoratti vincitrice Master Food Show e sullo sfondo i presentatori Gianfranco Gori e Karin

Si è concluso con piena soddisfazione da parte degli organizzatori il MASTER FOOD SHOW 2015, finale del contest organizzato dal mese di aprile su Facebook.

Il comunicato stampa: «Aver puntato sulla valorizzazione dei prodotti tipici e innalzato numero e valore delle aziende produttrici di vini ci ha premiati con un pubblico molto più numeroso rispetto alle passate edizioni» Così Roberto Ronchi, uno degli organizzatori, commenta la serata di sabato 27 giugno in piazza Alberico a Barbiano di Cotignola, sede della quarta edizione della manifestazione enogastronomica Calici a Barbiano, che ha sin dagli esordi l’obiettivo di valorizzare i prodotti tipici e i vini del territorio. «Abbiamo notato inoltre la presenza di tantissimi giovani – aggiunge – che hanno dimostrato di apprezzare sia l’offerta enogastronomica che la scelta di investire sui social network con i due contest, Master Food Show e Selfieat, che avevamo lanciato su Facebook. Inoltre la gara di show cooking ha letteralmente tenuto incollato il pubblico davanti al palco per tutta la durata dell’evento.» Vincitrice del Master Food Show, che doveva eleggere chi fra i tre finalisti fosse meglio riuscito a rappresentare e utilizzare ingredienti tipici dell’Emilia-Romagna, è risultata Lorena Zoratti di Budrio di Cotignola (che ha preparato un piatto di garganelli alla carbonara di verdure) davanti a Marco Pagani di Lugo e Maria Rosaria de Luca di Arezzo. A giudicare i piatti era una giuria a “doppia composizione”: gli esperti, con il sindaco di Cotignola e presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari, il ristoratore Paolo Casadio e il sommelier Giancarlo Mondini e la giuria popolare, uscita dal contest Selfieat, con Maria Carlotta Pocaterra, Roberta Foschini, Greta Missiroli e Diego Veroli.

Posted in Eventi e manifestazioni | Leave a comment

In cucina sei un asso? Il nuovo Contest di cucina di CALICI A BARBIANO (RA)

In cucina sei un asso?
Diventa Master Food  2015

Partecipa al nostro Contest per diventare il testimonial della rassegna enogastronomica CALICI A BARBIANO

CALICI A BARBIANO, per l’edizione 2015, vuole coinvolgere tutti gli amanti della cucina per una sfida all’ultima ricetta! Stiamo cercando il nostro « Master Food 2015 », testimonial della rassegna enogastronomica che si terrà a Barbiano (in provincia di Ravenna) sabato 27 giugno 2015.
Per partecipare, crea la tua ricetta originale e pubblicala sulla nostra pagina Facebook (www.facebook.com/masterfoodshow?ref=hl). La ricetta sarà valutata da una giuria specializzata, la quale sceglierà i finalisti che si esibiranno nella serata di sabato 27 giugno 2015 nel corso della rassegna enogastronomica CALICI A BARBIANO. In palio week-end in Romagna, e panieri con prodotti tipici.

Come partecipare?

Segui alcuni semplici passi e se hai qualche dubbio, contattaci sui nostri social network oppure per mail all’indirizzo: masterfoodshow@robertoronchi.com

Regolamento

A) PRIMA FASE: Ammissione al Contest
Scrivi una mail con la tua candidatura alla segreteria del Contest (masterfoodshow@robertoronchi.com) specificando nome e cognome, luogo di residenza e una breve descrizione della tua attività di food-blogger o amante della cucina. Completala con il link del tuo blog e/o della tua fan-page.
Tutto questo entro il 26 maggio 2015.
PROROGA: il termine per iscriversi è stato spostato al 3 giugno 2015 

B) SECONDA FASE: Creazione della ricetta
La nostra Commissione valuterà le candidature pervenute e comunicherà gli utenti ammessi.

A questo punto segui i seguenti punti:
1. Crea la tua ricetta originale ispirandoti ai prodotti tipici dell’Emilia-Romagna
2. Scatta una foto e pubblicala sulla nostra pagina Facebook: MASTER FOOD SHOW (Https://www.facebook.com/masterfoodshow) hashtag @MasterFoodShow corredata inoltre da una descrizione e dagli ingredienti utilizzati
3. Fatti votare!
4. Gli autori delle 3 fotoricette scelte saranno i finalisti di Master Food Show 2015! Il testimonial sarà scelto durante la manifestazione, il 27 giugno a Barbiano (Ravenna)

Le ricette saranno valutate dai nostri esperti a insindacabile giudizio con i seguenti criteri e quozienti:
1. Like alla ricetta – quoziente di valutazione 2
2. Utilizzo degli ingredienti tipici – quoziente di valutazione 3
3. Aspetto e presentazione – quoziente di valutazione 2
4. Difficoltà di esecuzione – quoziente di valutazione 2
5. Innovazione e originalità – quoziente di valutazione 3
6. Descrizione della ricetta – quoziente di valutazione 2
7. Abbinamento cibo-vino – quoziente di valutazione 3
8. Qualità della foto – quoziente di valutazione 1

L’iniziativa durerà dal 13 aprile al 14 giugno 2015.
I 3 utenti le cui ricette avranno raggiunto il maggior punteggio verranno contattati nella settimana seguente.
Per i finalisti in omaggio:
• viaggio spesato e un pernottamento in agriturismo in Romagna
• paniere con tutti i prodotti della manifestazione

3) FINALE
Il giorno sabato 27 giugno 2015 gli aspiranti « Master Food 2015 » saranno ospiti di CALICI A BARBIANO. Nel corso della manifestazione i finalisti si sfideranno davanti al pubblico intervenuto preparando una semplice ricetta che sarà valutata dalla giuria composta da esperti e da persone selezionate tra il pubblico.
Il vincitore sarà nominato testimonial di MASTER FOOD SHOW – CALICI A BARBIANO 2015.
La ricetta da preparare nel corso della finale sarà comunicata assieme al risultato di ammissione alla finale.

Segreteria concorso
MASTER FOOD SHOW 2015
Food-Blogger contest
masterfoodshow@robertoronchi.com
cell. +39.335.5240008
tel. +39.0545.1816157
fax +39.0545.1811045
https://www.facebook.com/masterfoodshow

Posted in Senza categoria | Leave a comment