Una nuova Primavera!

Come ogni anno l’arrivo della Primavera porta con se un forte carico di aspettative. Il Prowein di Dusserldorf e soprattutto il Vinitaly di Verona offrono al produttore due forti occasioni di catalizzare l’attenzione su tutto quello che avviene attorno al mondo del vino. Ogni anno, ed in questi ultimi anni ancora di più, ci si chiede quali possano essere le prospettive per l’immediato futuro di un settore che come altri è destinato a subire i forti cambiamenti interni dovuti fondamentalmente al calo dei consumi e a quelli esterni dovuti alla globalizzazione.
Il primo è visto come fattore negativo in quanto il calo del consumo non può che avere come conseguenza un ridimensionamento dei volumi ma anche degli operatori che si espongono sul mercato.
Il secondo invece è visto come forte opportunità di allargamento del mercato e quindi possibilità di “sopravvivenza”, perchè è di questo che stiamo parlando.

Non illudiamoci comunque perchè non è con qualche “bella fiera” che potremo risolvere annosi problemi: microimpresa e scarsa imprenditorialità sono alla base di tutto. Non basta più l’orgoglio di onesti produttori per vincere la sfida dei nuovi mercati.

Dalla piccola azienda alla grande cooperativa servono quindi programmazione e veri imprenditori che sappiano divulgare il verbo dei bravi produttori: ad ognuno il suo mestiere. In poche parole aggregazione si ma con idee ben precise. Basta con le chiacchiere, operatori improvvisati, campanilismi ed i finti obiettivi condivisi.

This entry was posted in Pillole and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.