Pignoletto fa rima con Grechetto!

Sicuramente tutti abbiamo sentito parlare di Pignoletto, il vino ottenuto da uve bombino bianco che è prodotto in Emilia-Romagna e che anche grazie al nuovo disciplinare sta riscuotendo sempre più successo sulle tavole degli italiani fino a salire nella top ten dei vini più venduti in Grande Distribuzione.

Recentemente, e quando si dice recentemente riferendosi alla legislazione italiana non corrisponde proprio a quello che potremmo pensare, una modifica al sopracitato disciplinare ha permesso di produrre questa tipologia di vino anche con la denominazione di “Grechetto Gentile”.3eadb223-c0c3-4009-9af4-29f187fdd821

Per essere precisi citiamo testualmente “si tratta della modifica conseguente al riconoscimento della DOC Pignoletto, di cui al decreto n. 71552 del 26 settembre 2014, che consiste nella sostituzione, nell’ambito di tutto l’articolato del disciplinare di produzione dei vini a IGT Rubicone, del nome della varietà di vite Pignoletto, per le relative tipologie di vino, con il sinonimo Grechetto Gentile”.

Così ha fatto la Cantina Cesac di Conselice, in provincia di Ravenna e con la quale ho avuto il piacere di collaborare alla realizzazione del progetto, con il lancio di “Caput Silicis” Grechetto Gentile nella piu tradizionale versione di vino fermo e soprattutto nella interessante versione Brut, degna sicuramente di nota.

Una scelta importante quindi, andando un pò controccorente e scegliendo una denominazione meno conosciuta, cercando quindi di valorizzare il prodotto ed il marchio aziendale.

 

 

 

 

Ho avuto il piacere di collaborare

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.