Comunicare qualità direttamente al consumatore

Spesso troviamo difficoltà a trasmettere la “mission aziendale” di qualità dei prodotti delle nostre aziende. In Emilia-Romagna esistono tante aziende che producono eccellenze pur non essendo necessariamente piccole aziende o addirittura laboratori artigianali. Il contatto diretto con il consumatore finale diviene quindi fondamentale, l’addetto ai lavori che funge da “testimonial” del valore e della genuinità dei prodotti, la spettacolarizzazione della cucina in diretta.

Un mix di fattori che possiamo raccogliere in un unico evento. #MasterFoodShow 2015 un Contest per food-blogger che coinvolgerà opinion-leader, addetti ai lavori e consumatori. Dalla prossima primavera. Stay tuned http://on.fb.me/1qIq6I6
TWITTER @masterfoodshow

 

 

Posted in In Cucina, Pillole | Leave a comment

#vendemmia 2014: un raccolto di incognite!

Lunedì 11 agosto, con 10 giorni di anticipo rispetto al 2013 è iniziata la vendemmia in Italia! Una produzione che “per effetto del clima del tutto anomalo di inizio estate molto probabilmente sarà più contenuta dello scorso anno, che con oltre 49 milioni di ettolitri è stato particolarmente ricco” ci dice Coldiretti, la vendemmia 2014 si presenta ricca di interrogativi ed incognite. Nella maggior parte delle regioni italiane infatti la vendemmia si presenta in ritardo rispetto alle aspettative iniziali ma nei canoni storici considerando le ultime vendemmie anticipate. Vediamo una breve panoramica:

Lombardia: per la base spumante di Pinot nero, la qualità c’è. Per le uve rosse che si raccoglieranno nelle prossime settimane, basterebbe solo qualche giorno di sole e caldo. Ma non è comunque un’annata negativa, nonostante il clima». Emanuele Bottiroli, alla sua prima vendemmia da direttore del Consorzio tutela vini Oltrepò pavese, non nasconde che le premesse di questa “non-estate” erano decisamente preoccupanti. «Nessuno, a memoria d’uomo, si ricorda un’estate così, quasi senza sole e con tanta pioggia. Nei vigneti di collina però — spiega Bottiroli — non ci sono quei problemi per l’eccessiva umidità che si riscontrano in altre zone più basse. Qui tra i filari oltrepadani gli agricoltori sono stati solo impegnati a sostenere più spese per i trattamenti, che se piove vanno ripetuti, con un aumento dei costi di produzione. I risultati però ora ci sono».

Veneto: nel Trevigiano, con i fratelli Alessio e Fabio: “Per i rossi merlot/cabernet sauvignon e franc la vendemmia inizierà tra 10/15 giorni con il merlot – aggiunge Cecchetto – e poi andremmo a ruota con franc e sauvignon, anche qui abbiamo bisogno di sole per ottenere buone gradazioni zuccherine ma soprattutto per avere antociani nei rossi(gli antociani sono le sostanze coloranti) e avere un tannino piu’ morbido. Per il raboso vale la stessa cosa ma fortunatamente abbiamo ancora circa 40/50 giorni.

Romagna: anche qui la stagione segnata da scarsità di sole e abbondanza di piogge ha ritardato la maturazione delle uve e aumentato il rischio di malattie e marciumi. Non sarà comunque compromessa la qualità e si prevede l’inizio della raccolta del Trebbiano attorno alla metà del mese di Settembre.

Toscana: qui si corre ai ripari infatti la Regione autorizza l”’Aumento del titolo alcolometrico naturale” per i prodotti destinati a diventare vini, vini Igp e vini Dop. La delibera prende atto che la stagione 2014 è stata caratterizzata da ”un inverno mite e piovoso” e ”da un fine primavera e inizio estate che ha determinato un anticipo della fase vegetativa della vite” e che ”a seguito delle piogge intense e persistenti di giugno e luglio si sono create condizioni particolarmente favorevoli allo sviluppo di malattie fungine (peronospera e oidio)” e che inoltre ”nei mesi di giugno e luglio si sono verificati grandinate ed eventi temporaleschi che hanno danneggiato l’apparato fogliare”. La conseguenza di tutto ciò è che ”la maturazione degli acini potrebbe completarsi con difficoltà” e ”potrebbe essere necessario anticipare la vendemmia, che avverrebbe a fronte di uve ancora non completamente mature”. In considerazione di questo si è ”ritenuto opportuno autorizzare il ricorso all’arricchimento dei prodotti della vendemmia 2014, destinati a diventare vini, vini a indicazione geografica protetta (Igp) e vini a denominazione di origine protetta (Dop).

Per quanto riguarda invece il capitolo prezzi dopo il forte ribasso delle quotazioni avvertito nel mese di Luglio, dove anche il mercato è apparso piuttosto “stanco”, attualmente si sta concretizzando una buona vivacità nelle richieste ed un conseguente rialzo delle quotazioni, anche di interessante valore.
In attesa quindi delle nuove uve e dei nuovi vini il mercato vive attualmente una prevista buona attività che ben fà sperare per la prossima annata vinicola.

Posted in Pillole, Senza categoria | Tagged , , , , , | Leave a comment

MASTER FOOD SHOW 2015

Nel corso di questi “afosi” mesi estivi sto sviluppando un progetto per la realizzazione di un nuovo contest dedicato ai FOOD BLOGGER. Sempre piu numerosi sono gli appassionati di cucina che popolano la rete ed in modo particolare prolificano nei vari social-network. Una simpatica iniziativa che darà voce e soprattutto visibilità ai prodotti tipici “made in Emilia-Romagna”. Da settembre ci muoveremo alla ricerca dei partner che vorranno intraprendere questa avventuara, tra l’altro già sperimentata lo scorso anno con ampio successo. Cominciamo da qui http://on.fb.me/1qIq6I6

Posted in Eventi e manifestazioni, In Cucina, Senza categoria | Tagged , , , | Leave a comment

Il mio impegno civico! #lugodiromagna2014

Perché…
Incontrando Silvano Verlicchi, candidato Sindaco al Comune di Lugo (RA), ho percepito piena condivisione di idee e sintonia sui valori. Mi piace l’idea di affidare la politica a professionisti specialmente per quanto riguarda le amministrazioni locali, ho deciso quindi di rendermi disponibile per quel cambiamento che credo ampiamente possibile. Quello che mi sta a cuore è la nostra comunità ed in particolare vorrei valorizzare l’aspetto commerciale e produttivo del nostro territorio.

Commercio e Turismo. Caratterizzazione del mercato del mercoledì, creazione di una cabina di regia per tutti gli eventi, compreso quelli già esistenti, finalizzandoli alle risorse del territorio ed anche al turismo.  Importante contributo pubblico allo sviluppo economico rivitalizzando il centro cittadino e le attività economiche. Tutto questo anche tramite la creazione di un unico brand identificativo.

Sport come strumento di aggregazione giovanile per infondere i principali valori della vita. Una Amministrazione Pubblica che funga da facilitatore per lo sviluppo dei settori giovanili di tutte le discipline sportive e ricreative. Nuovo sviluppo alla #ContesaEstense.

Breve intervista andata in onda su Teleromagna http://bit.ly/1gznUIG

#RobertoRonchi è consulente, nel campo enogastronomico, di comunicazione tradizionale e social media, strategie di vendita, eventi ed enoturismo. È stato dal 2005 al 2006 Presidente del Gruppo Giovani Enoteca Regionale Emilia-Romagna, dal 2002 al 2013 Vicepresidente del Consorzio Vini di Romagna ed è attualmente membro della Commissione Prezzi Camera di Commercio di Ravenna e Presidente APS Il Ponte di San Bernardino.

Posted in Biografie, Senza categoria | Tagged , , | Leave a comment

Contest “Master Novi 2013”

Come unire la comunicazione tradizionale con il mondo 2.0? Interessante esperienza è stata quella che di organizzare il Contest “MASTER NOVI 2013” dove food-blogger da tutta Italia hanno presentato le loro ricette per poter divenire finalisti del concorso commissionatomi dal Comune di Novi Ligure (AL). Un viaggio tra le due realtà che specialmente nel contesto dell’enogastronomia può dare tante possibilità con diverse sfaccettature concentrando tantissima attenzione e sensibilità. Nei mesi precedenti la serata finale i food-blogger iscritti si sono sfidati a suon di LIKE e RETWEET sui principali social dando contestualmente visibilità alla manifestazione DOLCI TERRE DI NOVI, vero obiettivo dell’iniziativa, che si svolgeva appunto a Novi Ligure ad inizio dicembre 2013.
Il successo dell’iniziativa è dato dalla buona partecipazione di iscritti e dalla sensibilità dimostrata dagli attori in questione, i  food-blogger appunto, che non solo si sono cimentati nella realizzazione di una ricetta originale preparata con i prodotti tipici di Novi, ma hanno generato, con una con i quasi 200.000 contatti sulla pagina Facebook, una enorme platea di pubblico che ha conosciuto quindi la manifestazione DOLCI TERRE DI NOVI nel corso due mesi precedenti la premiazione che così veniva enunciata:

Novità di questa edizione di DOLCI TERRE DI NOVI è il concorso per food blogger “Master Novi 2013” che decreterà il Testimonial della rassegna eno-gastronomica.
Dal 14 ottobre al 24 novembre i concorrenti dovranno elaborare le loro ricette originali in base ai prodotti tipici del territorio e pubblicarle, insieme a una foto, su Facebook o Twitter (con hashtag #MasterNovi). I tre utenti che avranno raggiunto il maggior numero di like Facebook e retweet su Twitter verranno premiati il 6 dicembre durante la rassegna. I finalisti riceveranno in omaggio un viaggio e un pernottamento nella città di Novi Ligure, un paniere con tutti i prodotti della manifestazione e un invito agli eventi locali. Nel corso della giornata, inoltre, i selezionati saranno guidati nella visita ad alcune aziende o siti del territorio per conoscere la storia e la tradizione culinaria di Novi Ligure.

Nel corso della giornata di finale abbiamo avuto la possibilità di conoscere e far conoscere realtà produttive locali entrando così nel contesto “reale” lasciando quello virtuale dei Social Network completando così quella che era una azione di ricerca di visibilità. Aggiornamenti in diretta venivamo pubblicati on-line segnalando le vari fasi della giornata con foto e commenti sui social generando una continua integrazione tra mondo virtuale e reale.

Momento clou dell’intera iniziativa è stata la premiazione dei tre finalisti con la proclamazione del vincitore, anzi della vincitrice! Alla serata finale, svoltasi all’interno del padiglione della fiera hanno assistito oltre al pubblico intervenuto alla manifestazione anche alcune personalità che componevano la giuria e che avevano precedentemente valutato le ricette dei finalisti decretandone la classifica finale. L’intera iniziativa ha avuto ampissimo successo anche per l’esperienza dei food-blogger che hanno successivamente completato i loro report con il resoconto dell’intera giornata ma anche della manifestazione in genrale dando nuovamente visibilità a quanto accaduto tornando quindi nella dimensione social. Punto di partenza e di ritorno quindi, con un passaggio “reale” che si è comunque rivelato fondamentale per il complemento dell’intera iniziativa che aveva, come già sottolineato, l’obiettivo dare visibilità al contesto quale la manifestazione “Dolci Terre di Novi” che come ogni anno attira all’interno dei padiglioni della fiera di Novi Ligure un ampio pubblico alla ricerca delle tipicità locali che quest’anno ha vissuto questa iniziativa di respiro nazionale e virtuale con massima soddisfazione da parte di tutti gli attori che hanno creduto nella integrazione appunto tra “reale” e “virtuale”. Per la cronaca, Master Novi 2013 è stato assegnato a Federica Constantini di Milano che ha vinto la concorrenza di Valentina Modica sempre di Milano ma nativa di Palermo e Loredana di Stefano de L’Aquila classificatesi al secondo posto.

 

Posted in Eventi e manifestazioni, In Cucina | Tagged , , , , | Leave a comment

ITALIA, fare sistema, guardare lontano!

Non è certo una novità, i consumi dei generi alimentari sono in calo e nella fattispecie quelli del vino, in Italia, lo sono del 7% !
Molto? No, moltissimo!
Per fortuna esiste un mercato globale che resiste e che comunque rimane sensibile al MADE IN ITALY.
Ma come competere alla concorrenza dei produttori tradizionali ed emergenti stranieri che sono sempre più agguerriti, forti e organizzati? Semplice, basta essere altrettanto agguerriti, forti e organizzati.
Certo, molto semplice!
Ma come facciamo se non ci decidiamo a fare aggregazione per promuovere i nostri vini nei nuovi mercati ed in quelli già consolidati , dove ancora tanto rimane da fare? Le migliaia di micro-aziende #sofaretutto italiane non avranno mai successo se non si cambia mentalità. Per fare export ci vuole programmazione, investimenti, lungimiranza.
Allora facciamo sistema e guardiamo lontano promuovendo un solo MARCHIO che risponde al nome #italia !

Posted in Pillole | Tagged | Leave a comment